La batteria: un elemento di cui aver cura

La batteria è il fulcro dell’impianto elettrico dell’automobile. Serve per fornire corrente a tutti i carichi presenti sul veicolo, come l’autoradio, i fari, i vari sensori ed è fondamentale per l’accensione del mezzo in quanto è la sorgente d’energia per il motore d’avviamento. Una batteria con un basso livello di carica potrebbe non avere l’energia sufficiente per far partire il motore e lasciare la macchina bloccata in garage.

Per questo, bisogna avere massima cura di questo componente vitale per il mezzo e il caricatore è uno di quegli accessori per auto che può risultare utile in parecchie occasioni.

Caricatori e mantenitori di carica

Può capitare di dimenticare accesi i fari, lo stereo o un qualsiasi carico elettrico quando si parcheggia. Al ritorno si avrà la spiacevole sorpresa di girare la chiave e sentire il rumore frustrante del motore elettrico che non ha la forza per mettersi in moto.

A questa situazione si può porre rimedio sottoponendo la batteria a un ciclo di carica attraverso l’apposito caricatore. Questo dispositivo viene alimentato tramite la tensione di rete di casa e fornisce energia alla batteria per ricaricarla. Quello che bisogna fare è scollegare la batteria dall’impianto dell’auto, collegarla ai morsetti del caricatore e aspettare che la carica sia completa.

In commercio esistono molti caricabatterie da auto, che si differenziano per la tensione che presentano ai morsetti e la corrente che sono in grado di erogare. Le batterie delle auto sono normalmente da 12V, mentre quelle dei furgoni possono essere da 24V, per cui è bene scegliere un caricabatterie compatibile. Più alta è la corrente che il caricabatterie riesce a fornire, più veloce sarà la ricarica, il che può far comodo quando si ha fretta di riavviare l’auto.

Un’altra situazione critica per la batteria dell’auto si può incontrare quando la si lascia inutilizzata per lunghi periodi, tipicamente durante le vacanze, magari esposta al sole dell’estate oppure al freddo dell’inverno. Questi scenari sono molto stressanti per la batteria e può succedere che la sua capacità si degradi e al ritorno dalle vacanze la si trovi scarica.

Per preservare la batteria in queste situazioni è bene scollegarla dalla macchina e collegarla a un mantenitore di carica. Questo fornirà una corrente costante, molto bassa in intensità, tale da mantenere sempre carica la batteria. In questo modo la batteria sarà pronta all’uso nel momento in cui servirà e avrà una vita più lunga, evitando stress, malumori e spese inutili.

Si possono trovare caricatori nuovi, usati oppure non funzionanti da utilizzare per estrarre pezzi di ricambio.

I prezzi vanno da 15 € per dei caricatori economici fino a più di 1.000 € per dei sistemi professionali.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda