Cacciaspine e punzoni: versatili e utili in tantissime attività

Ogni hobby che richiede una certa manualità può dare risultati eccellenti grazie all'esperienza e ai giusti articoli per il bricolage e il fai da te. Cacciaspine e punzoni sono tra quegli utensili manuali che possono fare la differenza per chi si dedica a molte attività diverse e alla lavorazione di vari materiali: dal legno al metallo, dal cuoio alla pietra. Il loro elevato livello di versatilità li rende adatti alla cassetta degli attrezzi di qualunque appassionato di lavoro manuale.

Le marche a cui affidarsi sono veramente moltissime e, trattandosi di strumenti utili in tanti ambiti diversi, a volte è possibile ritrovarli già in dotazione all'interno di alcuni set di utensili manuali per il bricolage e fai da te. Il prezzo di cacciaspine e punzoni può variare a seconda dei materiali di cui sono costituiti e delle dimensioni, e possono andare da circa 2 €, se si intende acquistare il singolo pezzo, fino a circa 200 € per i set completi. È inoltre possibile trovarli sia nuovi che usati.

Differenza tra cacciaspine e punzone

La principale differenza fra cacciaspine e punzone sta nella punta: nel primo è piatta e particolarmente indicata per eliminare la sporgenza di chiodi su superfici in legno oppure, nei lavori di meccanica, può servire per estrarre perni, spine o copiglie.

Nel secondo è invece più appuntita. Esistono in commercio punzoni ideali per attività molto specifiche, come quelli automatici, che consentono di effettuare una punzonatura precisa anche con una sola mano e senza l'utilizzo di altri strumenti. Ve ne sono poi altri, più simili ai cacciaspine, che permettono di imprimere caratteri alfanumerici o simboli.

Come scegliere i cacciaspine e i punzoni più adatti

È possibile acquistare cacciaspine e punzoni con caratteristiche generiche, adatti a svariati utilizzi ma, data l'estrema versatilità di questi strumenti, è necessario prima di tutto identificare la tipologia di lavoro che si andrà a svolgere e il tipo di materiale su cui si andrà a lavorare.

Materiali duri come metallo o pietra, rispetto ai più morbidi come legno o cuoio, richiedono una maggiore resistenza dell'attrezzo ed è quindi importante concentrarsi sulla qualità dell'acciaio di cui sono costituiti. Se si svolge un'attività di tipo artistico, potrebbe essere più indicato un punzone dalle dimensioni più ridotte e quindi più maneggevole. Valutare la tipologia di lavoro da svolgere può anche aiutare a stabilire l'utilizzo alternativo o complementare di altri strumenti, a seconda del risultato finale desiderato. Un esempio di strumento alternativo ai punzoni possono essere gli scalpelli, mentre tra quelli complementari troviamo i martelli e i mazzuoli.