Body piercing all’ombelico

L’usanza di perforare il corpo e ornarlo con gioielli è antica e ha assunto diversi significati simbolici, a seconda della parte del corpo dove veniva praticata. Nella società occidentale contemporanea, questa pratica è stata resa di moda probabilmente a partire dagli Stati Uniti e per questo viene chiamata body piercing: dall’inglese “to pierce” che significa, appunto, “forare”. Oggi la scelta del tipo di piercing è dettata, più che da un particolare significato sociologico, dal gusto personale e dalla moda del momento. Tuttavia, alcune parti conservano una particolare connotazione: il piercing all’ombelico, più diffuso tra le donne che tra gli uomini, ha una chiara valenza sensuale. L’origine di questo tipo di piercing non è certa, pare che nell’antichità fosse riservato a sacerdoti, sovrani e a tutte le persone di ceto sociale più alto. Si racconta che si sia diffuso in Occidente a partire dagli anni ‘40, quando a Hollywood, per ovviare al divieto di mostrare ombelichi nudi nelle scene dei film, si escogitò l’utilizzo di gemme per coprirli. Negli anni ‘90 tornò alla ribalta grazie alle top model che ne fecero sfoggio sulle passerelle d’alta moda.

Piercing per ombelico in acciaio bianco

Negli anni ‘80 questo tipo di piercing era molto diffuso anche tra i maschi che appartenevano alla cultura punk, mentre oggi è scelto principalmente dalle ragazze. Ne esistono di varie forme, materiali e colori. Il bianco, grazie alla sua versatilità, è uno dei colori più utilizzati. La scelta dei materiali è ampia, si possono trovare piercing bianchi in acrilico, titanio, acciaio, ma anche argento sterling e oro bianco. L’acciaio rappresenta probabilmente il miglior compromesso tra qualità e prezzo: è un materiale estremamente comodo e sicuro in quanto può essere sterilizzato, a differenza dell’acrilico, è anallergico, si adatta a qualsiasi stile ed è molto più economico del titanio e dell’oro bianco.

Il modello giusto per ogni stile

I piercing per l’ombelico sono formati da una barra curva alla quale si avvitano due sfere di diverse dimensioni oppure una sfera e un pendente.

Se si preferisce uno stile minimal, si potrà scegliere un piercing con due semplici palline bianche, oppure optare per un punto luce, scegliendo una pallina con zircone incastonato che, in estate, quando l’addome è in vista, farà risaltare l’abbronzatura. Se si vuole qualcosa di estremamente sensuale, adatto ad attirare l’attenzione sul ventre, si opterà per un pendente tempestato di zirconi: in commercio se ne trovano di tutte le forme e per tutti gusti.

Si possono trovare piercing usati ma, considerato il delicato utilizzo dell’oggetto, devono essere assolutamente integri e sterilizzati. Il prezzo per articoli nuovi oscilla tra 1 €, per i modelli base, a oltre 30 €, per quelli decorati con gemme.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda