La nobile arte della bigiotteria

La storia della bigiotteriaè lunga quanto quella del genere umano. Già al tempo degli antichi egizi, il vetro veniva lavorato per creare collane e bracciali destinati ad abbellire i corpi di uomini e donne. Considerata per lungo tempo la sorella minore della gioielleria, quest’arte ha avuto la sua consacrazione negli anni Venti e Trenta del Novecento, grazie alle prime dive del cinema. Erano anni di crisi sociale ed economica, le profonde ferite provocate dalla Prima guerra mondiale non si erano ancora rimarginate, e sul set dei film muti non si potevano utilizzare dei gioielli veri come oggetti di scena. Successivamente, lo scoppio di una nuova guerra che avrebbe sconvolto l’intero pianeta, portò a una penuria di tutti quei metalli che potevano essere utili per la fabbricazione di armi e munizioni. La bigiotteria si sostituì alla gioielleria e ne nacquero prodotti di gran pregio. Al giorno d’oggi il mercato di questi articoli gode di ottima salute, al punto che molti dei grandi marchi produttori di gioielli di lusso hanno iniziato a inserire nei loro cataloghi collane, braccialie orecchinidi bigiotteria, fabbricati utilizzando materiali non “nobili”.

La fortuna del marchio Swarovski

Tra questi, uno dei più celebri è senz’altro il marchio Swarovski. La celebre azienda nacque sul finire dell’800 in Boemia, da un’idea di Daniel Swarovski, il cui padre dirigeva una fabbrica in cui veniva lavorato il cristallo. Di ritorno dall’”Esposizione di Articoli Elettrici” che si tenne a Vienna nel 1883, questi ebbe l’intuizione che cambiò la sua vita e quella dei suoi discendenti. La vista di nuovi macchinari, spinse il giovane Swarovski a brevettare un attrezzo che consentiva di molare il cristallo con una perfezione fino ad allora impensabile. L’azienda venne fondata di lì a poco insieme al cognato Franz Weis e ad Armand Kossmann. Iniziò allora la produzione del cristallo che, dopo qualche anno, raggiunse una qualità che rese celebre il marchio in tutto il mondo. La ricetta che sta alla base di questo successo è tuttora segreta, ma la purezza e la brillantezza dei cristalli Swarovski venne presto notata dalle case dell’alta moda e del lusso, che decisero di servirsene per impreziosire i loro prodotti.

Bigiotteria Swarovski in lega

Al giorno d’oggi Swarovski produce orologi e gioiellisia di lusso che di bigiotteria; collane, pendenti, anelli e bracciali sono fabbricati utilizzando linee e materiali diversi. Dai preziosi in oro ai prodotti in lega, fino a quelli placcati, sono tutti arricchiti con le splendide gemme di cristallo che hanno fatto la fortuna di questo brand. Il prezzo di un articolo di bigiotteria in lega firmato Swarovski varia dai 15 € per un paio di orecchini ai 200 € per un bracciale color oro.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda