Il collezionismo: dalle origini ad oggi

Dai tempi antichi l’uomo è abituato a collezionare oggetti di vario tipo. Già nella preistoria, passando per il Medioevo e il Rinascimento, fino ad arrivare ai giorni nostri, questa pratica è sempre stata molto diffusa. Durante i conflitti in epoca romana, si era soliti collezionare il bottino di guerra (simbolo di vittoria); nel Medioevo, i corredi funerari; dal Rinascimento in poi si sviluppò il collezionismo di opere d’arte. Con l’avanzare dell’età moderna, poi, ha preso piede l’abitudine di collezionare gli oggetti più disparati.

Ciò che accomuna tutti i collezionisti, in ogni fase storica, è la voglia di accumulare oggetti e metterli in esposizione.

Bicchieri da collezione

Tra i vari gadget da collezionare, quelli comuni agli appassionati di birra, liquori e alcolici in generale sono bicchieri, sottobicchieri, tappi di bottiglie, bottiglie, capsule, lattine e apribottiglie.

Il collezionismo di bicchieri si può ritenere tra i più allettanti, poiché riguarda prodotti che riescono ad arrivare intatti nelle mani di chi ne è appassionato, nonostante siano fragili e risalgano anche all’inizio del Novecento.

Un vero collezionista non accumula questi oggetti a caso, ma sta attento all’epoca in cui sono stati prodotti, alla storia dietro ogni bicchiere e alla sua rarità.

Ci sono poi collezionisti di bicchieri affascinati dalle forme, dai colori e dalle fantasie stampate su di essi, tanto che iniziano ad accumulare questi oggetti senza prestare particolare attenzione alla storia e alle loro particolarità ‘nascoste’ (sul mercato si possono trovare oggetti appartenuti a personaggi famosi o utilizzati in eventi importanti).

Il collezionismo può riguardare calici di vino, flute per spumanti secchi, coppe, boccali di birra o bicchierini in vetro per liquori.

Il prezzo dei bicchieri da collezione, proprio a causa di tutte le peculiarità sopra elencate, può variare da 1 € fino a oltre 900 €. Non è insolito trovare questi oggetti usati.

Sottobicchieri, tappi e bottiglie da collezione

Oltre a quello dei bicchieri, è diffuso anche il collezionismo di altri oggetti come sottobicchieri, bottiglie da collezione, tappi e lattine.

I primi, così come i tappi, a differenza dei bicchieri (più fragili e ingombranti), sono prodotti molto semplici da conservare, esporre e collezionare, grazie alla loro facile reperibilità.

Nei pub, solitamente, vengono utilizzati sottobicchieri della marca della birra servita, o può capitare di trovare questi piccoli oggetti con il logo e il nome del locale, per scopi promozionali.

Le bottiglie e le lattine, invece, diventano pezzi da collezione quando vengono prodotte per eventi particolari o quando sono decorate con stampe inusuali ed esclusive.