Restauro fai da te

Sono sempre più numerosi gli amanti del bricolage che, al momento di ristrutturare la propria casa, decidono, per passione o per risparmiare, di fare da sé tutti quei lavori che ritengono alla propria portata. Se la sostituzione degli infissi, la posa di un nuovo impianto elettrico o il rinnovamento di quello idraulico, richiedono competenze particolari e una notevole esperienza nel settore, vi sono altri tipi di interventi che possono essere tranquillamente svolti da un bravo appassionato del fai da te. Tra questi vi sono il restauro e la tinteggiatura delle pareti, la sistemazione delle finiture e, per i più capaci, la posa delle piastrelle per i pavimentie di quelle del bagno e della cucina.

Battiscopa, belli e utili

Ultimati i lavori più impegnativi, bisognerà dedicarsi a tutte quelle finiture in grado di dare un tocco di classe in più all’appartamento: tra gli articoli per il bricolage e fai da te, si troveranno tutti gli elementi utili a questo scopo. A tal proposito si rivela di grande importanza la scelta dei battiscopa. Oltre all’evidente funzione estetica, essi hanno il compito di proteggere la parte bassa dei muri, e di nascondere le imperfezioni solitamente presenti nei punti di raccordo tra il pavimento e le pareti. Specialmente in quei casi in cui si sia deciso di mettere il parquet, infatti, il bordo delle assi presenta spesso delle irregolarità che, oltre ad essere sgradevoli alla vista, possono riempirsi di sporcizia difficile da rimuovere. Il battiscopa è in grado di ovviare sia all’inconveniente estetico che a quello pratico.

Battiscopa in legno in ceramica

In commercio si trovano battiscopa di altezze variabili, che vanno dai 4 ai 15 cm, fabbricati con materiali diversi. Quelli più comunemente utilizzati, in legno, garantiscono un piacevole effetto, sono resistenti e facili da pulire. Quelli di alta qualità sono in legno massello, quercia, nocee acero sono i più usati, ma il mercato offre anche soluzioni più economiche in grado di fornire comunque buoni risultati. In questo caso si può scegliere tra modelli in multistrato, in legno impiallacciato o in mdf. Un’altra scelta abbastanza comune è quella della ceramica. Questi battiscopa vengono talvolta venduti in abbinamento con le piastrelle del pavimento per garantire uniformità estetica sia a livello di materiale che di colore.

L’applicazione al muro è alquanto semplice: a seconda del materiale si possono usare i chiodi, degli appositi tasselli con vite in acciaio, oppure dei collanti, particolarmente efficaci per quelli in marmo o ceramica.

Per i battiscopa i prezzi variano dai 2,50 € per un pezzo da 60 cm in HDF ai 1.440 € per 96 m di un modello in legno di frassino.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda