La musica sempre con sé

La storia della “musica da passeggio” inizia nel 1979, quando Sony immette sul mercato il Walkman. Si trattava di un lettore di audiocassette, dotato di cuffie, pensato per tutti quelli che volevano ascoltare la musica per strada, in treno o facendo jogging. L’oggetto ebbe subito un successo planetario e venne presto imitato da tutti i marchi che si occupavano di Hi-Fi. Con il passare degli anni, la cassetta venne sostituita dal CD, cambiò la forma ma non la sostanza. Successivamente, Sony lanciò il Mini-Disc, un lettore dalle dimensioni ridotte che sfruttava una nuova modalità di codifica del segnale chiamata “Atrac”, e consentiva la registrazione e la riproduzione dei brani su dischi più piccoli. Il prodotto ebbe un successo breve ed effimero; dopo qualche anno il Mini-Disc venne spazzato via dall’invenzione che ha letteralmente rivoluzionato il modo di ascoltare, produrre, vendere e acquistare musica: il lettore mp3. Il marchio divenuto leader nel settore è la californiana Apple. Grazie al suo iPod, il primo modello risale al 2001, l’azienda di Cupertino ha invaso il mercato con i suoi prodotti, che si caratterizzano per l’eleganza del design e la facilità di interfacciarsi a computer e laptop.

La rivoluzione del lettore mp3

Per almeno un decennio l’iPod è stato l’oggetto del desiderio per una generazione di giovani in ogni angolo del pianeta. Prodotto in diversi modelli, con differenti capacità di memoria, consentiva di avere a disposizione, in una splendida scatola in metallo e policarbonato delle dimensioni di un pacchetto di sigarette, i brani di tutti i propri artisti preferiti. La fortuna di questi dispositivi è finita con la comparsa dei primi smartphone. Dotati di lettore mp3 integrato, racchiudono in un unico oggetto la possibilità di svolgere molteplici attività, dalle telefonate ai servizi di messaggistica, dalla consultazione della posta elettronica all’ascolto di musica. Ma gli integralisti dell’mp3 non si arrendono, sono ancora numerosi e continuano a sfoggiare orgogliosi il loro strumento dedicato esclusivamente alla riproduzione di musica.

Batterie di ricambio

Per la sostituzione delle batterie dei vecchi lettori vi sono due possibilità: rivolgersi a un centro specializzato, ma questa risulta essere la soluzione più costosa, oppure affidarsi al fai da te. In commercio si trovano degli appositi kit composti da una nuova batteria, da tutti gli strumenti necessari per smontare l’apparecchio e da un libretto di istruzioni che spiega passo per passo come procedere alla sostituzione. Sui siti specializzati si trovano le batterie di ricambio per tutti i prodotti dii marchi più famosi: Apple, Archos, Creative e Sony, oltre a tanti altri accessori per lettori mp3.

Per una batteria di ricambio i prezzi variano dai 5 € ai 20 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda