Avvitatori elettrici: indispensabili per il fai da te

Chi effettua riparazioni e lavori in casa, sa quanto sia importante avere a disposizione un avvitatore elettrico, strumento che non può mancare in una cassetta degli attrezzi ben fornita. Rispetto ai normali cacciavite, gli avvitatori elettrici per il bricolage e il fai da te permettono di svolgere, con maggiore velocità e minore fatica, attività che richiederebbero un bel po’ di tempo e un notevole sforzo.Le marche tra cui scegliere sono molteplici - ad esempio Hitachi e Black+Decker - ma non mancano i leader di settore, come gli avvitatori Bosch e Makita. I modelli più accessoriati e dotati anche della funzione trapano superano i 1.000 €, ma esistono anche prodotti più economici: per i mini avvitatori il prezzo parte da 5 €.Questi strumenti possono essere acquistati nuovi, usati oppure ricondizionati dal produttore o dal venditore

Fattori decisivi nella scelta di un avvitatore elettrico

I modelli di avvitatore elettrico presenti sul mercato differiscono notevolmente tra loro e bisogna quindi esaminarne con attenzione le caratteristiche, per essere certi di fare la scelta giusta. Innanzitutto, va tenuta in considerazione la potenza dello strumento che dipende in primis dal voltaggio (generalmente esso oscilla tra i 9V e i 36V). Quelli in grado di erogare un minimo di 12V-14V combinano una potenza adeguata ad applicazioni medio-grandi, con una struttura ancora maneggevole e adatta a un uso domestico. Anche il numero di giri per minuto che l’attrezzo è in grado di compiere, influenza la sua potenza, nonché l’utilizzo che ne può essere fatto. Gli avvitatori più richiesti raggiungono almeno i 1.000 giri al minuto e offrono la possibilità di impostare la velocità di rotazione attraverso la scelta di due o più opzioni. Un’altra caratteristica da tenere in considerazione è quella che permette di invertire il verso di rotazione della punta, che consente non solo di avvitare ma anche di svitare, e può tornare molto utile nel caso in cui si debbano smontare dei mobili.Elemento di fondamentale importanza è la capacità di foratura dell’avvitatore. La maggior parte dei modelli in commercio è in grado di fare buchi nei metalli e nel legno, mentre se si ha la necessità di perforare il calcestruzzo bisognerà optare per un trapano avvitatore battente.Anche il tipo di alimentazione utilizzato incide sulle prestazioni del nostro attrezzo, in quanto quelli a batteria permettono una maggiore libertà di movimento, mentre quelli che necessitano di una fonte elettrica garantiscono performance più elevate.Infine, non va sottovalutata l’importanza degli accessori forniti con l’avvitatore in quanto essi ne possono ampliare le funzioni - è il caso ad esempio del kit di punte - o agevolare l’utilizzo, come nel caso di batterie extra.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda