Il movimento armonioso della danza del ventre

Per contrastare gli effetti della sedentarietà c’è chi sceglie di sottoporsi a estenuanti sessioni alla panca per rinforzare gli addominali, mentre chi desidera maggiore flessibilità della colonna predilige lo yoga.

Meno comune, ma di certo più affascinante, è la danza orientale: una disciplina antica che stimola la curiosità di tante donne. Il potenziale erotico di questa danza è propiziatorio della fertilità femminile. A differenza di quanto si creda, il ballo non è uno spettacolo per allietare gli uomini ma un rituale di pura femminilità. Il movimento ritmico del bacino, il suo sinuoso roteare e la ritmica ipnotica delle musiche che si ripetono identiche da millenni, oggi sappiamo essere in grado di migliorare la capacità di concentrazione, ridurre il dolore mestruale e allenare la pelvi che sarà protagonista durante il travaglio. Non è un caso che questi movimenti siano usati spesso nella ginnastica propedeutica al parto.

Qual è il miglior abbigliamento per la danza del ventre

Anche l’aspetto estetico ha una grande valenza: grande è il fascino dei costumi della danza del ventre e di tutti gli accessori, dai veli alle spade. Come avviene in altri balli codificati, dalla classica al tango, è necessario avere i giusti vestiti per la danzaper accompagnare le coreografie, completandole.

Nella danzaterapia, la disciplina orientale è spesso usata per aiutare le pazienti con gravi disturbi psicofisici a riprendere confidenza con il proprio corpo, il suo aspetto e la sua bellezza innata. Veli, scialli, ornamenti, concorrono tutti ad esaltare l’aspetto estetico, uno dei punti di partenza su cui deve lavorare chi ha perso l’amore per se stessa.

I vestiti per la danza del ventre non sono tutti uguali: i popoli del mediterraneo sviluppano stili che, se a un occhio inesperto sembrano identici, rivelano grandi differenze man mano che se ne studia il significato profondo. Alle prime lezioni sarà possibile riesumare dall’armadio la gonna a campana, bellissima ma decisamente fuori moda, per poi trovare la direzione dei prossimi acquisti (da 3 € a 50 €).

L’importanza del giusto abbinamento musicale

Non solo gli abiti fanno la danza del ventre, la musica è la chiave per creare la giusta ambientazione. Le prime comunità di donne che si riunivano in cerchio a propiziare la nascita, creavano musica dando il ritmo battendo le mani e l’armonia con la voce. Presto gli strumenti diventano più sofisticati e richiedono l’intervento di musicisti. Oggi in palestra si ricorre al più comodo e versatile lettore Mp3, ma non manca chi decide di arricchire l’allenamento o le esibizioni in pubblico con musica dal vivo. Immancabile il tradizionale Ud, il liuto della tradizione orientale, cui fa da accompagnamento ritmico il darbuka.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda