Sponsorizzato

Fare follie... non è proibito!

Scopri di più

Depilazione: la ceretta

Nonostante negli ultimi anni siano state introdotte nuove tecniche di depilazione permanente e semipermanente, l’antica tecnica della ceretta risulta ad oggi ancora la più diffusa e praticata. Già nell’antico Egitto le donne utilizzavano una resina per la depilazione del pube, rimossa con strisce di stoffa a strappo in modo del tutto simile alla moderna ceretta. Questa tecnica di epilazione temporanea consiste, infatti, nell’applicazione di una sostanza viscosa di tipo liposolubile (cera d’api e simili) o idrosolubile (come la ceretta araba a base di zucchero) sulla pelle in modo che inglobi il pelo, da rimuovere a strappo dopo il suo indurimento.Rispetto alle tecniche di depilazione che tagliano il pelo alla base, come il rasoio o la crema depilatoria, l’epilazione estrae il pelo dalla radice, prevenendone la ricrescita fino a 5 settimane. Grazie inoltre alle sostanze utilizzate, la pelle rimane liscia e idratata dopo il trattamento. Tuttavia lo strappo può essere più o meno doloroso in base alla sensibilità di ciascuno e, se non effettuata da mani esperte, la ceretta può provocare lesioni cutanee.

Tipi di ceretta

  • Ceretta a caldo: la ceretta a caldo è la più efficace, praticata nei centri estetici specializzati ma realizzabile anche a casa. La cera viene riscaldata finché non diventa fluida, spalmata sulla pelle mediante l’utilizzo di apposite spatole e rimossa a strappo tramite strisce di carta o tessuto. La cera può essere riscaldata in un semplice pentolino, preferibilmente a bagnomaria, o tramite appositi scaldacera elettrici in cui inserire direttamente il barattolo di cera per portarla alla densità desiderata. Se uno scaldacera professionale può costare oltre 100 €, ne esistono a partire da 10 €. 
  • Ceretta a freddo: rispetto alla ceretta a caldo, quella a freddo è più rapida e semplice, meno dolorosa ma anche un po’ meno efficace. Questa tecnica prevede l’utilizzo di apposite strisce depilatorie con uno strato di cera che va scaldato brevemente tra le mani per sfregamento. Esistono strisce apposite per gambe, braccia, viso e zona bikini con forme differenti per seguire l’anatomia del corpo. Il marchio più noto è senz'altro Veet, che produce strisce depilatorie da 4 € a 20 €.
  • Ceretta a rullo: questa tecnica prevede l’uso di un apposito strumento scaldacera con alloggiamento per speciali cartucce rettangolari dotate di un erogatore a rullo, da cui fuoriesce la cera calda per un’applicazione molto più rapida. Le cartucce di ricambio costano da 1 € a 3 €, mentre uno scalda-rullo con un paio di ricariche incluse parte da 8 € per arrivare a 40 € per un modello professionale.
  • Ceretta araba: detta anche orientale, la ceretta araba utilizza un composto idrosolubile a base di zucchero, miele e limone che va applicato come di consueto e rimosso a strappo.