Tagliare la legna risparmiando tempo e fatica

Un caminetto o una stufa a legna si rivelano molto utili durante la stagione fredda: scaldano in breve tempo l’ambiente, permettono di risparmiare sui costi di riscaldamento e regalano alla casa un’atmosfera accogliente. Per alimentarli è necessario procurarsi ciocchi di legno della dimensione giusta, ricavandoli da pezzi più grandi attraverso l’utilizzo degli strumenti giusti.

Uno spaccalegna, elettrico o idraulico, è in grado di sostituire gran parte del lavoro che fino a qualche decennio fa veniva svolto, con una certa fatica, utilizzando strumenti per il taglio manuale. Un valido alleato per tutti coloro che desiderano fare scorta di legna da ardere, acquistando tronchi o blocchi di legno a basso costo da suddividere in ciocchi più o meno grandi.

Professionale o fai-da-te? Spaccalegna per ogni esigenza

In commercio esistono diversi tipi di spaccalegna che si adattano a necessità personali o professionali: per un utilizzo domestico o saltuario, uno spaccalegna orizzontale è preferibile ad uno verticale, con ruote che permettano di spostarlo agevolmente. Le dimensioni e il peso di questi macchinari aumentano in base alla potenza, con prezzi che oscillano tra 50 € e 1.500 € circa per uno spaccalegna elettrico orizzontale e adatto al fai-da-te. Per risparmiare sull’acquisto è possibile optare per uno spaccalegna usato, insieme ad altri strumenti semi professionali di seconda mano come motoseghe, tagliasiepi, cippatori e trinciatori da giardino.

I migliori modelli di spaccalegna

Per un uso personale e una quantità non eccessiva di legna da dividere è consigliato l’utilizzo di uno spaccalegna elettrico con una potenza pari a 4 o 5 tonnellate, ma in commercio ne esistono anche di più potenti, adatti a blocchi di legno molto duri e nodosi, che arrivano fino a 12 tonnellate di forza di scissione.

Oltre a quelli elettrici, è possibile trovare anche spaccalegna idraulici o oleodinamici che applicano la spinta necessaria al taglio tramite una pompa e spaccalegna meccanici che, sfruttando una forza esterna, devono essere collegati ad un trattore. Oltre ai modelli dotati di una lama che attraversa longitudinalmente alle fibre legnose, esistono anche degli spaccalegna a vite in grado di rompere i nodi più duri.

Nell’acquistare uno spaccalegna, così come un decespugliatore o altri utensili elettrici da giardino, è importante non sottovalutare la sicurezza scegliendo macchinari dotati di dispositivi antinfortunistici, che proteggano le braccia e le mani durante le operazioni di manutenzione o di movimentazione della legna all’interno della macchina. Guanti e occhiali sono consigliati, per evitare il rischio di ferirsi con le schegge di legno prodotte durante il taglio.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda