Il realismo magico del modellismo ferroviario

Il modellismo ferroviario più che un gioco per bambini è uno splendido esercizio per scenografi, urbanisti e architetti. Creare degli ambienti in miniatura attraverso cui fare sferragliare locomotive, vagonie carri merciè una passione che richiede una sensibilità particolare, un investimento in termini di tempo, e una disponibilità economica non indifferente. Inoltre, serve molto spazio a disposizione, in cui collocare il proprio mondo in miniatura. Il metro di giudizio per valutare la bellezza o meno di un plastico ferroviario è la dose di realismo: più la copia in scala si avvicina alla realtà per quel che riguarda le proporzioni e la cura dei dettagli, e più sarà riuscita. Le ambientazioni possibili sono davvero numerose; in commercio si trovano locomotive e vagoni che riproducono fedelmente gli originali in uso in numerosi paesi del mondo e in ogni epoca, da metà Ottocento ai giorni nostri. Ecco che allora sarà possibile far attraversare al proprio convoglio un paesaggio urbano contemporaneo, le bucoliche montagne svizzere, oppure catapultarlo nel lontano Far West, all’epoca delle battaglie tra pellerossa e cowboy.

Creare un’ambientazione

Dopo aver scelto con cura i singoli elementi che andranno a comporre il convoglio, sarà la volta dei binari, con tanto di scambi, dei passaggi a livello, dei semafori e della segnaletica varia. Solo in seguito si potrà procedere con la costruzione del paesaggio che farà da sfondo all’ipnotico via vai del trenino elettrico. A partire dalla stazione, in commercio se ne trovano con le architetture più diverse, in cui fare arrestare la locomotiva e le carrozze, per continuare con le case, i palazzi, e i viali alberati. E ancora i prati con le mucche al pascolo, il torrente che scorre sotto al ponte ferroviario, i boschi e le rocce, magari ricoperti da un sottile strato di neve.

Illuminare il plastico con i prodotti Viessmann

Un plastico senza luci non è mai abbastanza realistico, e soprattutto non può essere ammirato al buio. È importante che le lampadine, da 12-14 V, siano disposte senza esagerare, in modo ragionato, in numero maggiore nelle aree urbane e minore in quelle rurali. Viessmann, leader nella produzione di articoli per il modellismo ferroviariopropone una serie di elementi luminosi in grado di aumentare la magia di questi mondi in miniatura. Si vai dai fanali per le locomotive, ai lampioni destinati alle strade e alle aree pedonali, all’illuminazione interna delle carrozze e degli edifici, fino alla segnaletica presente lungo il percorso. Il prezzo di una componente luminosa Viessmann varia dagli 11 € ai 40 €.