Proteggere la casa dagli incendi: tutto ciò che occorre sapere

Gli incendi domestici sono causati in genere da fiamme vive, combustione di sostanze infiammabili libere o compresse e cortocircuiti. Secondo la statistica, in un caso su tre sono proprio impianti elettrici difettosi, non curati o utilizzati male, a provocare dannosi e pericolosi incidenti. Per scongiurare tali evenienze è consigliabile seguire le comuni norme di prudenza: non lasciare mai gli elettrodomestici in stand-by a lungo, prestare sempre attenzione in cucina e non allontanarsi mai dai fornelli accesi, non conservare bombolette spray in luoghi che possono raggiungere alte temperature. È bene ricordare che ricorrere all’acqua per soffocare un incendio spesso non è la soluzione migliore, specialmente nel caso di elettrodomestici o padelle in fiamme. Ecco perché un ulteriore precauzione consiste nell’avere a portata di mano un estintore, meglio ancora due.

Tanti fuochi, tanti rimedi: quale scegliere?

L’acquisto di un presidio antincendio di piccole dimensioni da tenere in casa, del peso di due o massimo tre kg, non comporta una grande spesa, per gli estintori prezzi comuni si collocano in una forbice tra 10 € e 30 €.

Tra gli articoli per sicurezza e antifurti per la casaè facile trovare in vendita estintori di ogni genere, bisogna però sapere qual è quello più idoneo per la propria abitazione. Gli estintori a CO2 sono ad esempio molto efficaci sugli apparecchi elettrici e i liquidi infiammabili, ma sono del tutto inutili in caso di incendi provocati dalla combustione di oli e grassi da cucina. Gli estintori a polvere, ottimo rimedio anche contro le fiamme su oggetti solidi come il legno, sono anch’essi altrettanto inadeguati contro gli incidenti ai fornelli. In tal caso l’estintore a schiuma resta il modello più utile e diffuso negli ambienti domestici, essendo la tipologia più versatile contro quasi tutti i tipi di incendi. Gli schiumogeni tuttavia non si rivelano adeguati in caso di fuochi alimentati da gas, per questo motivo si consiglia di tenere a disposizione in casa due o più estintori, uno a schiuma e uno a polvere in cucina, e uno a CO2 vicino al quadro elettrico. Un’ultima importante raccomandazione è naturalmente il controllo regolare e la ricarica periodica degli estintori.

Altri presidi contro le fiamme domestiche

I sistemi di riscaldamento a fiamma viva sono una fonte costante di pericolo, perciò è consigliabile applicare griglieapposite alle stufe e schermi parascintilleai camini. Anche gli interruttori di sicurezza, reperibili tra i componenti elettrici, sono uno strumento vitale contro i sovraccarichi, per la salvaguardia dell’abitazione e degli elettrodomestici collegati alla stessa presa a muro. Tra l’arredamento e bricolage per la casainfine, si può trovare un’altra soluzione salvavita a cui non sempre si pensa: una porta tagliafuoco.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda