Impianto di ricezione completo

Da quando è avvenuto il passaggio al digitale terrestre, molti italiani si sono affrettati a dotarsi di un decoder in grado di captare il segnale passato da analogico a digitale.

Tra le differenze più evidenti c’è la qualità dei programmi TV, aumentata e passata per molti canali in HD, ovvero ad alta definizione. Molti altri nuovi programmi si sono inseriti nei palinsesti e l’acquisto di un decoder, al quale collegare l’antenna, non ha richiesto una spesa minima eccessiva. Entro il 2022 sarà previsto un altro cambiamento che potrebbe rendere alcune televisioni obsolete; si entrerà in una nuova fase del digitale terrestre, dal formato DVB-T al DVB-T2.

L’antenna è sicuramente un componente chiave per la ricezione di un segnale di qualità, così come la sua installazione che deve essere eseguita nel modo migliore.

Acquistare un’antenna digitale

Diventa quindi necessario considerare l’acquisto di un modello che supporti già il formato DVB-T2, dato che non incide in modo particolare sul prezzo finale.

Uno dei valori fondamentali da ricordare prima di ogni acquisto è la potenza del guadagno, espressa in dB. Maggiore è il guadagno, migliore e più stabile sarà la qualità del segnale.

Un valore minimo è quello di 35 dB, presente nella maggior parte dei prodotti, anche quelli di fascia medio-bassa.

La presenza di un filtro LTE garantisce la riduzione delle interferenze della rete mobile, il quale agisce lasciando passare soltanto le frequenze utili alla trasmissione dei canali TV. Il montaggio del filtro è semplice e va effettuato prima dell’ amplificatore del segnale.

Esistono svariate tipologie di antenne, da quelle logaritmiche fino a quelle a larga banda, spesso simili tra loro. Allo stesso modo, esistono antenne da esterno e altre da interno.

La tipologia va scelta in base al disturbo del segnale presente nella zona di installazione. Se è vero che le antenne a larga banda, come suggerisce il nome, sono capaci di captare tutti i segnali, dall’UHF al VHF, è anche vero che spesso presentano un guadagno in dB minimo.

Discorso inverso per le antenne direttive. Nei luoghi privi di particolari disturbi, le logaritmiche svolgono un buon lavoro e sono spesso le più diffuse.

Prezzi e produttori

Chi è in cerca di un’antenna digitale nuova da esterno, semplice e di buona qualità, completa di filtro LTE e in grado di captare il segnale ad alta definizione, potrà acquistarla con un prezzo minimo di poco superiore a 30 €.

Un’antenna da interno, in grado di funzionare anche in viaggio su camper o barche, è prodotta da Meliconi ed è la AT-38, dove il numero indica il guadagno massimo amplificato. Questo modello è predisposto per il formato DVB-T2 e costa meno di 20 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda