Amplificatori professionali

Un amplificatore, come suggerisce già il nome stesso, ha il compito di amplificare il segnale audio in uscita. È un compito importante per ogni sistema audio, in studio come in casa, dato che contribuisce a migliorare e a rafforzare notevolmente il suono, che senza amplificazione risulterebbe alquanto debole. Ecco perché in questi casi si parla di amplificatori di potenza, fondamentali per chi lavora negli studi di registrazione - nonostante non si tratti del principale dispositivo della catena audio - in quanto ogni suono deve essere ascoltato nella sua massima pienezza per poter essere giudicato con sicurezza. Allo stesso modo, senza un adeguato amplificatore, anche delle casse di alta qualità non possono dare il loro massimo. Gli amplificatori per i mixer servono ad amplificare il basso segnale dei microfoni o degli strumenti e ad equalizzarli, cioè regolarne le frequenze (in questo caso si parla appunto di equalizzatore).Possedere un amplificatore professionale è segno di distinzione, di voglia e bisogno di ascoltare la musica in tutta la sua bellezza, senza le distorsioni e le perdite di qualità della musica riprodotta da file mp3 o da internet, dato che si tratta di formati ultra compressi per contenere più informazioni. 

Saper scegliere il giusto amplificatore

La potenza espressa in RMS non indica propriamente la potenza costante. Solitamente è indicativa, informando l’acquirente del picco di potenza raggiungibile se tutte le condizioni di qualità audio vengono soddisfatte. Dunque è meglio non basarsi solo su questo valore per l’acquisto, dato che una potenza inferiore a 250 watt è già sufficiente per un comune uso casalingo, mentre 600 watt - o un valore compreso tra 500 e 750 watt - vanno bene anche per un audiofilo, purché l’amplificatore sia di alta qualità. Ognuno percepisce il suono e le frequenze in maniera differente, quindi per capire quale amplificatore sia più adatto sarebbe meglio poterne ascoltare almeno più di due. Yamaha, con la sua esperienza maturata nel mondo della musica, ha dei prodotti di buona qualità, con alcuni modelli di uso domestico che costano meno di 200 €. I suoi modelli più sofisticati, come l’amplificatore XMV8140D, sfiorano i 4.000 €; si parla di top di gamma. Altra azienda specializzata nel settore e con un vasto catalogo di amplificatori è la Gemini.Quante più uscite audio ha un amplificatore tanto più sarà versatile. A queste si collegano vari dispositivi, quali casse audio, lettori CD e DVD, radio, mixer etc. Ingressi USB e HDMI sono comuni a quasi tutti i modelli recenti, mentre connessione Toslink e XLR sono inerenti l’ambito professionale, quindi presenti su prodotti di fascia alta.   
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda