Accessori per reggiseni: cura in ogni dettaglio

Ogni donna, anche la più casual, ama scegliere la propria biancheria intima con cura. Che sia minimal e sportiva o sensuale e provocante, la biancheria non è mai scelta a caso, è importante che chi la porta si senta a proprio agio e che sia il più possibile su misura e pensata per il tipo di fisico che andrà a vestire. Che si tratti di slip, reggiseni, bodyo corsetti, la cosa fondamentale è che chi li porta provi piacere e non fastidio nell’indossarli.

Gli accessori per reggiseni, che siano di marca o generici, hanno il compito di adattare il capo intimo al corpo, in modo che risponda perfettamente alla sua unicità.

I prezzi in genere sono compresi tra 1 € e 10 €.

Quali sono gli accessori per il reggiseno e come sceglierli

Tra gli accessori per reggiseni da donna più diffusi si possono trovare gli adattatorio prolunghe, si tratta di strisce di stoffa, foderata e resistente, con due o più linee di occhielli. Quando il reggiseno risulta un po’ stretto sulla schiena, le prolunghe risolvono il problema in pochi secondi senza il bisogno di ricorrere ad ago e filo. Basta agganciare la prolunga alla parte del reggiseno con gli occhielli e infilare i gancetti dell’altra estremità negli occhielli della prolunga, anziché in quelli del capo intimo. Una prolunga può aumentare la circonferenza dell’indumento fino a più di 7 cm.

Le spalline sono anch’esse un accessorio molto cercato, si adattano ai reggiseni che hanno le spalline agganciate e non cucite. Nei mesi estivi, con gli abiti scollati, si possono sostituire le spalline di stoffa con quelle trasparenti, quasi invisibili.

I copricapezzolisono pensati invece per poter portare gli indumenti direttamente sulla pelle, senza il reggiseno sotto. Con i copricapezzoli, la parte del seno più irritabile è comunque protetta. Di norma sono realizzati in silicone traspirante ipoallergenico e si adattano perfettamente al seno, rimodellandosi con il calore del corpo.

Come indossare bene un reggiseno

Solo il 20% delle donne porta il reggiseno nella maniera corretta e poche sanno che portare il reggiseno sbagliato può causare stress.

Quando si acquista un reggisenonuovo, andrebbe sempre allacciato nella fila più esterna dei gancetti; quando si allenterà, si potrà passare alle file più interne. E’ bene inoltre che la fascia sottoseno si adatti perfettamente al busto, la misura è giusta quando si riesce a infilare un dito tra la pelle e il tessuto. Un’altra cosa da verificare è che la parte anteriore e quella posteriore del reggiseno siano perfettamente parallele e, infine, le spalline non devono lasciare segni sulla pelle.