Accessori per cocktail da usare a casa e al bar

I barman e, più in generale, tutti gli appassionati di drink e cocktail, devono dotarsi della giusta attrezzatura per preparare correttamente le bevande. In tal modo è possibile ottimizzare i tempi di esecuzione e rendere l’angolo bar più efficiente, destinando i vari accessori per cocktail a una zona ben precisa del proprio spazio di lavoro.

Gli accessori per cocktail più utili

Tra gli accessori più utilizzati e conosciuti spicca senza alcun dubbio lo shaker, recipiente a forma di bottiglia dotato di un tappo a bicchiere nella parte superiore, utile per mescolare i diversi ingredienti del drink. Lo shaker va agitato energicamente circa dieci secondi, tenendolo ben fermo, in posizione orizzontale, con entrambe le mani per evitare che il tappo si stacchi dal contenitore. Il barman deve essere in grado di eseguire un movimento rotatorio continuo, in modo da amalgamare per bene i vari ingredienti. In commercio si possono trovare tre diverse tipologie di shaker: Boston, Cobbler e Francese.

Il primo è formato da due parti distinte: quella inferiore è realizzata in metallo, mentre la superiore, nella quale vanno inseriti gli ingredienti, è in plastica o in vetro. Il Cobbler shaker è formato da ben tre pezzi: nella parte inferiore, in metallo, trovano posto gli ingredienti, mentre quella superiore si compone di un tappo con colino e di un coperchio. In quest'ultimo vengono, di solito, inseriti gli ingredienti liquidi. Lo shaker Francese è infine formato da una parte superiore con un coperchio e da una inferiore, entrambe in metallo.

Organizzare l’angolo bar

Molto importante il bar organizer, scatola che racchiude tutti gli elementi necessari per realizzare un cocktail in maniera semplice e veloce. Questa scatola contiene le cannucce, gli stirrer, i tovagliolini e gli stecchini ed è molto utilizzata da chi lavora in discoteca e ha la necessità di realizzare più drink contemporaneamente. Vi è poi il bar spoon, cucchiaio delle stesse dimensioni di quello da tè. A differenza dei normali cucchiaini, il bar spoon presenta un manico molto lungo, con una piccola spirale utile per mescolare meglio i cocktail. Questo utensile viene utilizzato per realizzare tutti quei drink che non devono essere shakerati. Il blender è infine un frullatore utilizzato dai barman per mescolare gli ingredienti tipici di un drink alla frutta fresca, ma è in grado di tritare anche il ghiaccio. Questo accessorio è costituito da un bicchiere in vetro, in acciaio inossidabile, in plastica oppure in porcellana che poggia sulla base dov'è situato il motore. I prezzi partono dai 5 € per i bar spoon, fino a superare i 100 € per gli shaker di alta qualità.