Scarpe di tela per bambine dai 2 ai 16 anni

La scarpa è un accessorio fondamentale per camminare su qualunque superficie e proteggere il piede dall’esterno. Ancora più importante è la scelta per le bambine, in particolare nella fascia d’età fra i 2 e 16 anni, periodo importante per la postura dell’individuo. Il primo requisito dunque deve essere la comodità, scegliendo ad esempio una scarpa più larga oppure di ampiezza media, a seconda della pianta del piede. Possiamo poi passare alla scelta del modello a seconda della stagione. I sandali aperti con fibbia infatti saranno più adatti a un clima estivo, mentre i modelli chiusi, come quelli con chiusura a strappo, possono essere indossati in tutte le stagioni. Tutte le scarpe per bambine hanno prezzi che variano dai 3 € ai 99 €.

La storia delle scarpe di tela

All’inizio del XIX secolo si cominciano a produrre le prime scarpe con suole di gomma, al posto di legno e pelle che troppo facilmente venivano consumate nel tempo. È solo nel 1892 però che vengono inventate le prime scarpe di tela con suola in gomma. Sono le “Keds”, antenate dei modelli attuali, che si diffondono subito grazie alla qualità e alla durata dei materiali con le quali sono prodotte.

Negli anni ‘50 cominciano ad apparire nuovi stili: alle scarpe in tela da tennis si affiancano le sneakers e successivamente le “running shoes”, prodotte negli anni ‘70 per gli appassionati del neonato jogging. Ancora oggi le scarpe riflettono la tendenza di accompagnare ogni momento della giornata, anche per le più piccole.

Per questo le scarpe di tela per bambine dai 2 ai 16 anni si possono trovare in molti modelli, dalla casual per tutte le occasioni alle scarpe da ginnastica per l’attività fisica.

Come scegliere la scarpa di tela giusta

Oltre a essere adatta alla stagione e comoda per la forma della pianta del piede, un altro fattore importante nella scelta delle scarpe è quello legato all’altezza sulla caviglia. Una buona scarpa di tela infatti, ad eccezione dei modelli specifici per il basket, dovrebbe sempre lasciarla libera di muoversi. Nonostante il piede di una bambina possa crescere rapidamente, è importante non sbagliare nella scelta del numero. L’estremità del piede, dita e tallone, non devono essere troppo costrette all’interno della scarpa, ma rispettare una distanza ideale dalla punta e dal tallone intorno ai 5 millimetri.

Diverse aziende di abbigliamento e accessori producono oggi le loro linee di scarpe per bambine dai 2 ai 16 anni. Tra queste troviamo l’italiana Superga e la statunitense Converse.